Laurea Magistrale a ciclo unico in GIURISPRUDENZA

 
 

ISCRIVITI


Direttamente nella nostra sede: Polo Universitario della Magna Grecia - Reggio Calabria - Corso Garibaldi 106.

Per informazioni contattaci al n. 0965 187 5697 o inviaci una email a info@polomagnagrecia.it.


COSTI E PAGAMENTI


Il costo della retta è di € 3.000.

Per chi si iscrive attraverso il Polo Universitario Magna Grecia è prevista la riduzione della retta a € 2.000 e la possibilità di pagare in quattro rate da € 500.


DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER L'ISCRIZIONE


  • Fotografia formato tessera (firmata su un lato)
  • Fotocopia fronte/retro di un documento d'identità (Carta d’Identità, Passaporto o patente di guida firmata dal Prefetto)
  • Fotocopia fronte/retro del codice fiscale


CONOSCENZE E ABILITA' RICHIESTE PER L'ACCESSO


Per l'iscrizione al corso di Laurea è richiesto un diploma di scuola secondaria superiore o altro titolo anche conseguito all'estero, purchè riconosciuto idoneo in base alla normativa vigente.

In conformità con il Decreto 270/04, art.5, comma 7, l'Università Telematica Pegaso, riconosce come crediti formativi universitari, secondo criteri predeterminati, le conoscenze e le abilità professionali regolarmente certificate.
Vengono pertanto valorizzati il lavoro, l'esperienza e la professionalità acquisita trasformandoli in crediti utili ai fini del conseguimento della Laurea.
Una Commissione di Facoltà, avrà il compito di esaminare i curricula dei candidati (corredati da certificazioni degli enti o organismi interessati) ai fini della determinazione di crediti formativi attribuibili.
L'accesso agli studenti provenienti da altri Corsi di Studio, sarà regolato dal Cdf su proposta del Cdl competente indicando l'anno d'iscrizione e i crediti già acquisiti e riconosciuti sulla base delle corrispondenze stabilite dell'Ordinamento Didattico.


PIANO DI STUDI


Anno

Insegnamento

Codice

CFU

1

Principi costituzionali

IUS/08

9

1

Istituzioni di diritto romano

IUS/18

12

1

Informatica di base

INF/01

6

1

Istituzioni di diritto privato

IUS/01

18

1

Storia del diritto medievale e moderno

IUS/19

9

1

Teoria generale del diritto e dell'interpretazione

IUS/20

6

2

Storia del diritto romano

IUS/18

9

2

Istituzioni di diritto pubblico

IUS/09

9

2

Economia politica

SECS-P/01

9

2

Diritto commerciale

IUS/04

9

2

Diritto dell'Unione Europea

IUS/14

9

2

Diritto penale

IUS/17

15

3

Lingua inglese

L-LIN/12

6

3

Procedura penale

IUS/16

15

3

Diritto civile

IUS/01

9

3

Diritto amministrativo

IUS/10

18

3

Diritto del lavoro

IUS/07

12

4

Diritto privato comparato

IUS/02

9

4

Diritto tributario

IUS/12

9

4

Diritto Internazionale

IUS/13

9

4

Diritto fallimentare

IUS/04

6

4

Diritto dell'economia

IUS/05

9

4

Filosofia del diritto

IUS/20

9

4

Insegnamento a scelta

9

5

Diritto ecclesiastico

IUS/11

6

5

Economia aziendale

SECS-P/07

6

5

Diritto processuale civile

IUS/15

15

5

Insegnamento a scelta

9

5

Prova Finale

24


Insegnamenti a scelta

Insegnamento

Codice

CFU

Diritto bancario

IUS/05

9

Diritto dei mezzi di comunicazione (A scelta - LMG-01)

IUS/01

9

Diritto dell’esecuzione civile

IUS/15

9

Diritto finanziario

IUS/12

9

Diritto internazionale umanitario

IUS/13

9

Diritto penale amministrativo - 9 cfu

IUS/17

9

Diritto privato dell'ambiente

IUS/01

9

Politica economica

SECS-P/02

9

Psicologia giuridica e dei processi cognitivi

M-PSI/05

9

Statistica economica

SECS-S/03

9

Storia del diritto penale

IUS/17

9

Storia delle dottrine politiche

9


ORGANIZZAZIONE DIDATTICA


Le attività formative (insegnamenti, laboratori, prova finale) sono misurate in crediti che documentano l'impegno dello studente nello svolgimento dell'attività stessa.
Ogni credito corrisponde a 25 ore di impegno complessivo.
Il sistema dei crediti è stato introdotto sia per facilitare la mobilità degli studenti tra i diversi atenei, anche stranieri, sia per permettere di riconoscere attività formative, ad esempio gli stages, che non rientrano nell'usuale schema (lezioni) + (esame finale).
L'introduzione dei crediti non ha però comportato la sparizione dei voti che, quindi, continuano ad essere assegnati come misura, non solo del lavoro svolto, ma anche della qualità dell'apprendimento raggiunto.
Seguendo la tradizione universitaria, i voti degli esami sono espressi in trentesimi, mentre il voto finale di laurea è espresso in centodecimi e lode.
Nel piano delle attività formative è indicato il numero dei crediti attribuiti ad ogni singola attività.


OBIETTIVI FORMATIVI


Il Corso di Laurea mira a far acquisire ai discenti le competenze di analisi delle norme giuridiche nonchè la capacità di impostare in forma scritta e orale, con la consapevolezza dei loro risvolti tecnico giuridici, culturali, pratici e di valore, le linee di ragionamento e di argomentazione adeguate per una corretta impostazione di questioni giuridiche generali e speciali, di casi e di fattispecie.
I discenti dovranno utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.
I curricula del Corso assicureranno l'acquisizione di adeguate conoscenze: dei settori fondamentali dell'ordinamento nelle sue principali articolazioni e interrelazioni, nonchè acquisizione degli strumenti tecnici e culturali adeguati alla professionalità del giurista; degli aspetti istituzionali ed organizzativi degli ordinamenti giudiziari; della deontologia professionale, della logica ed argomentazione giuridica e forense, della sociologia giuridica, dell'informatica giuridica; del linguaggio giuridico di almeno una lingua straniera.
I laureati dei corsi della classe di laurea devono: aver conseguito elementi di approfondimento della cultura giuridica di base nazionale ed europea, anche con tecniche e metodologie casistiche, in rapporto a tematiche utili alla comprensione e alla valutazione di principi o istituti del diritto positivo; aver conseguito approfondimenti di conoscenze storiche che consentano di valutare gli istituti del diritto positivo anche nella prospettiva dell'evoluzione storica degli stessi; possedere capacità di produrre testi giuridici (normativi e/o negoziali e/o processuali) chiari, pertinenti ed efficaci in rapporto ai contesti di impiego, ben argomentati, anche con l'uso di strumenti informatici; avere le capacità interpretative, di analisi casistica, di qualificazione giuridica (rapportando fatti a fattispecie), di comprensione, di rappresentazione, di valutazione e di consapevolezza per affrontare problemi interpretativi ed applicativi del diritto.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI


I laureati dei corsi della classe, oltre ad indirizzarsi alle professioni legali ed alla magistratura, potranno svolgere attività ed essere impiegati, in riferimento a funzioni caratterizzate da elevata responsabilità, nei vari campi di attività sociale, socio-economica e politica ovvero nelle istituzioni, nelle pubbliche amministrazioni, nelle imprese private, nei sindacati, nel settore del diritto dell'informatica, nel settore del diritto comparato, internazionale e comunitario (giurista europeo), oltre che nelle organizzazioni internazionali in cui le capacità di analisi, di valutazione e di decisione del giurista si rivelano feconde anche al di fuori delle conoscenze contenutistiche settoriali.